Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2008

Prima serata al go club Higashi no kaze!

Dame intente nel gioco del go-foto presa dal sito www.nipponico.com

Dame intente nel gioco del go-foto presa dal sito http://www.nipponico.com

Martedì scorso alle 20.30 finalmente è stato inaugurato il go club Higashi no kaze. L’incontro si è svolto presso i locali del più volte citato negozio Higashi no kaze ^_^

La serata è stata molto piacevole, un grazie a chi ha partecipato: Alba, Grazia (mia mamma), Fausta e Riccardo, spero che vi siate divertiti! Dall’accanimento per sconfiggere gli avversari direi di sì…ed era solo la prima partita di prova !! Avevo spiegato solo le regole di base…

Il prossimo appuntamento sarà per martedì 2 alle ore 21.00 in via Cavour 46/r chiunque fosse interessato può passare a dare un occhiata! In programma la spiegazione delle aperture e ovviamente si rispiegheranno le regole di base per i nuovi arrivati.

A proposito, se c’è qualche esperto all’ascolto (anzi alla lettura)…a livello legale non è un problema se organizzo incontri ludici totalmente gratuiti nella sede di un esercizio commerciale? Devo appendere un cartello con scritto che il negozio è chiuso e che l’ingresso è riservato ai soci? La stanza dove ci riuniremo prossimamente è dietro una tenda, quindi anche se non c’è una porta è effettivamente un altro locale…mi stanno venendo dei dubbi…Anche alla Federazione Italiana Giuoco Go non mi hanno saputo dire nulla di preciso…mi hanno detto di fare attenzione però perchè un loro associato ha avuto qualche problema di questo genere…

Ah…ovviamente in negozio (in orario di apertura) potrete trovare in vendita anche i goban, le pietre, i loro contenitori e i set magnetici! (scusate per la piccola pubblicità ^_^)

Vi lascio con il link alla pagina di www.nipponico.com con alcune interessanti notizie sul go (prima o poi recensirò anche questo sito, per ora vi dico solo che è molto valido! www.nipponico.com/dizionario/g/go.php

Read Full Post »

Pingusto il primo ristorante giapponese a Savona

Pingusto il primo ristorante giapponese a Savona

Qualcuno ricorderà il mio grido disperato di qualche post fa…quello sul tempura udon:”Voglio un ristorante giapponese a Savonaaaaa!!”.

Bene, gli Dei probabilmente mi hanno ascoltato (o forse quelche imprenditore) perché ora abbiamo un ristorante giapponese anche a Savona. Scherzi a parte, penso che il progetto fosse in piedi già da molto tempo, fatto sta che ho avuto notizia della sua esistenza solo sabato scorso perchè avendo dato buca a una partita di calcetto un mio amico si è vendicato dicendomi di essere andato al ristorante giapponese di Savona alla faccia mia (grazie Mistra!!! Questa volta non mancherò, la tua vendetta è stata troppo crudele! ).

Ovviamente appena ho trovato un attimo di tempo sono andata a provarlo per voi (solo per voi, mica avevo una voglia matta di mangiare giapponese….nooo!!).

Beh, direi assolutamente non male! Bell’ambiente, personale gentile, ottimo cibo, prezzi diciamo abbordabili (si sa che non è come al ristorante cinese però..). L’unica pecca è stato un servizio molto lento, penso che abbiano bisogno di più personale, magari non pensavano di avere questo successo, perché il locale era al completo! Ho il sospetto che molti camerieri siano cinesi, anzi, savonesi, come diceva scherzando il nostro simpatico cameriere 😉 , ma si va al ristorante per il cibo, non per vedere i giapponesi, no?

Il ristorante si chiama Pingusto, non ho assolutamente idea di che cosa voglia dire, sarà il cognome del proprietario? C’entra qualcosa la parola gusto? Mah! Chi può dirlo?

Si trova in via Chiodo, in zona darsena. Per informazioni più precise potete consultare il loro sito: www.pingusto.com

Ma passiamo alla parte interessante: ho provato ovviamente l’udon in brodo (6,50 euro) e il sushi misto con 12 meravigliosi pezzi (14 euro), ho accompagnato il tutto con il tè verde giapponese (3 euro) e purtroppo non ho avuto occasione di assaggiare il sushi dessert (4 euro) perchè era finito…Il tutto ottimo! Insieme a me c’erano Luca (il mio ragazzo), Miha (la mia amica giapponese) e Paolo (il suo ragazzo) e tutti sono stati concordi con me sulla qualità del cibo.

Morale della favola: consigliato!! Ma speriamo che velocizzino un po’ il servizio! Miha continuava a dire che in Giappone i clienti se ne sarebbero già andati dopo aver aspettato così tanto…si sa, in Giappone il tempo è un bene prezioso! Qua siamo in Italia….se si aspetta in media mezz’ora per un treno in ritardo…cosa sarà mai aspettare al ristorante? 😉 .

Vi lascio con questa splendida immagine (presa dal loro sito come la prima)

Che bontà divina!!!

Che bontà divina!!!

Read Full Post »

Yattaaaa!

Inaugurazione, foto by Fabio

Inaugurazione, foto by Fabio

Ce l’abbiamo fattaaaa! Sabato 15 abbiamo finalmente inaugurato il negozio Higashi no kaze! Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato, tutti quelli che ci hanno dato una mano e tutti quelli che ci hanno fatto dono di splendide piante e fiori! Siete stati tutti carinissimi! C’era così tanta gente che la coda arrivava fuori dalla porta!

Abbiamo documentato anche il primo acquisto: ecco la foto del primo cliente nell’atto di comprare un cd, nel fatidico momento dello scambio merce e ricevuta con il denaro sonante! Notare che senza volerlo sto tenendo la ricevuta come se fosse una pietra del gioco del go…

Il primo cliente! Foto by Fabio

Il primo cliente! Foto by Fabio

Mi pare giusto inserire la foto anche del secondo cliente:

Secondo cliente! Foto by Fabio!

Secondo cliente! Foto by Fabio!

Nella prossima foto potete assistere a un incontro tra blogger: sono infatti insieme a Michikosan dall’omonimo blog  http://michikosan.blogspot.com/ , che ringrazio per la bella chiacchierata!

Sabrina e Michikosan-foto by Fabio

Sabrina e Michikosan-foto by Fabio

 Ancora grazie a tutti!!! A prestoooo!!!

Read Full Post »

Un bel commentino al sito Mahou (che se non sbaglio dovrebbe significare magia, stregoneria o qualcosa del genere).  Ecco il link:  www.mahou.org

Questo sito, in lingua inglese, si occupa di fansub, ovvero di sottotitolare anime, cosa che apprezzo molto perchè grazie a loro e a molti altri anche chi non conosce la lingua giapponese può godersi le nuove produzioni nipponiche, anche quelle che non arriveranno mai in Italia. Non ho ancora ben capito quanto sia legale, dovrebbe esserlo finchè non vengono acquistati i diritti del prodotto nel paese della lingua di traduzione, ma la cosa non è chiara…

Interessante la sezione showtime, dove si può trovare un elenco di tutti gli anime attualmente trasmessi in Giappone, compresi quelli terminati da poco e quelli che stanno per iniziare.

Ma il motivo principale per cui cito questo sito è per le splendide e utilissime sezioni Dictionary e Kanji.

Nella prima basta scrivere una parola in inglese, in romaji o direttamente in giapponese (kanji o kana) e avrete la definizione (sempre in inglese, ovviamente).

Nella seconda potete copincollare qualsiasi kanji a voi sconosciuto e potrete avere tutte le informazioni possibili e immaginabili su di esso, comprese le frasi dove può essere inserito e l’ordine di scrittura dei tratti.

Praticamente fantastico, lo utilizzo spesso! Se dovessi dargli un voto gli darei un 10+!

Veramente consigliato

Read Full Post »

Un addetto alle pulizie-foto by Laura

Un addetto alle pulizie-foto by Laura

Come tutti sanno, i giapponesi tengono molto alla pulizia…

Nella stazione di Kyoto ad esempio potete vedere degli addetti alle pulizie che ogni giorno lustrano tutto quello che si può lustrare!

C’è da dire che nessuno butterebbe mai cartacce per terra o addirittura cicche di sigaretta (ricordiamoci del divieto di fumare all’aperto, ovviamente è esteso anche alle stazioni). In ogni caso la polvere è sempre in agguato, quindi vediamo in questa foto un addetto impegnato ad aspirare gli scalini con la sua bellissima divisa sgargiante! Ma questo è niente…esiste anche un pulitore di corrimano delle scale mobili! Con uno straccetto pulisce OGNI GIORNO il corrimano. Io sospetto che lo pulisca più di una volta al giorno…Mi chiedo se qualcuno abbia mai pulito quelli delle scale mobili del centro commerciale di Savona…perché o molti hanno le mani appiccicaticce di cibo o nessuno ha mai pensato di passarci uno straccetto, dato che ogni volta che mi capita di appoggiarmi a uno di essi ho una strana e sgradevole sensazione di disgusto…

Comunque…oltre ai due simpatici addetti descritti prima esistono ovviamente i pulitori di vetri che con la loro piattaforma volante rendono splendenti i vetri dei grattacieli giapponesi, stazione compresa (magari non può essere considerata un grattacielo, ma vi assicuro che è molto alta!).

Anche i bagni solitamente sono abbastanza puliti, ma ovviamente ci sono sempre le eccezioni, ricordiamoci che spesso vanno e vengono molti stranieri…e che i giapponesi non sono perfetti, almeno non tutti…

La cosa più bella comunque sono le vecchine che puliscono la strada davanti a casa lanciando l’acqua…esistono veramente!! Ne sanno qualcosa Ranma e amici…brutta cosa trasformarsi con l’acqua fredda…c’è sempre una vecchina in agguato! Di solito però guardano che non passi nessuno prima di lanciare…non ti tirano l’acqua addosso volontariamente…

La cosa paradossale è che invece ogni tanto capita di vedere dei cumuli di sacchi di spazzatura sui marciapiedi. Questo si spiega facilmente: in Giappone non ci sono i cassonetti della spazzatura in strada…solo qualche cassonetto per i condomini, quindi esistono dei giorni di raccolta nei quali ognuno porta la propria spazzatura sul marciapiede davanti a casa…non so…la cosa non mi convince molto…ci sarà di sicuro una spiegazione…forse è a causa dei corvi che cercherebbero in ogni modo di entrare nei cassonetti…forse pensano che è meglio che ognuno si tenga le proprie schifezze a casa propria fino all’ultimo…ma se per qualsiasi motivo non riesci a portarla fuori il giorno prestabilito devi tenerla a casa ancora per quanto? In effetti in molti anime e manga si vedono ragazzini in monolocali pieni di sacchetti di rifiuti (vedi ad esempio Nodame cantabile)…la pigrizia è una brutta bestia!

In ogni caso è molto divertente vedere ritirare la spazzatura! Mi è capitato una volta sola: un omino con un camioncino inchioda, si lancia nel vuoto a velocità incredibile, si carica i sacchetti e riparte a tutta velocità, come se fosse inseguito dal demonio! Forse era in ritardo con il giro…o forse fanno sempre così?

Read Full Post »

Non posso dire con assoluta certezza che sia così ovunque, ma in tutti i ristoranti in cui sono stata durante la mia permanenza in Giappone non mi è mai stato accreditato il coperto o il servizio…e l’acqua è gratuita e di solito viene portata senza che venga chiesta. Spesso è leggermente aromatizzata con succo di limone. In alcuni posti anche il tè verde è gratuito.

Un bel vantaggio economico, ma anche pratico. I gaijin (ovvero noi, gli stranieri…) che non masticano molto bene la lingua giapponese possono stare tranquilli che nel loro conto non ci saranno sorprese; pagheranno solo quello che hanno ordinato (di solito guardando i modellini di pietanze in plastica esposti in vetrina!).

L’unico problema è che le bevande sono estremamente ghiacciate, mentre i cibi sono estremamente caldi, quindi fate molta attenzione! Pericolo di ustione e di crampi allo stomaco!

Di solito i giapponesi per non scottarsi insieme al cibo immettono molta aria facendo un rumore veramente fastidioso…vi prego non prendete questa brutta abitudine! Il rumore di risucchio è veramente irritante!! E non penso che faccia nemmeno bene alla salute.

Va bene, lo ammetto… i Giapponesi non sono perfetti 😉

Read Full Post »

Tempura udon-foto by Laura
Tempura udon-foto by Laura

Ecco, questo mi manca veramente molto! Il tempura udon…che buonoooo!

L’ho mangiato a Nara…
Per chi non conoscesse questa delizia il tempura è un fritto cucinato con una pastella molto leggera (ho provato  a mangiarlo anche qua in Italia, in un ristorante cinese del Savonese, ma mi ha nauseato, era troppo pesante!! Altro che fritto leggero! Voglio un ristorante giapponese a Savonaaaaa!!). Il tempura può essere di pesce e/o di verdura e si può mangiare asciutto o dentro il brodo, come in questo caso. Gli udon sono degli spaghetti di grano tenero, morbidi e “cicciosi”, anch’essi possono essere consumati asciutti con vari condimenti o in brodo. Nella foto in alto potete notare il tempura di pesce che accompagna degli udon in brodo con porro ed erba cipollina. A lato degli onigiri (le famosissime pallotte di riso con il pezzettino di alga nori per poterli mangiare con le mani) con dentro del tempura di gambero e nel piccolo recipiente dietro alla ciotola delle verdurine in salamoia…un po’ forti forse…  
Udon-foto by Sabrina
Udon-foto by Sabrina

Questo invece è una variante del menù precedente, il tempura di pesce è adagiato su un letto di riso insieme a un’alga e a un fungo fritto.

Nell’ udon potete notare una rotellina di pasta di pesce con una spirale rosa all’interno…è il famoso naruto! Non il ninja di Konoha, ma il prezioso ingrediente decorativo che troviamo sempre sul ramen in mille anime e manga! Praticamente è un tipo particolare di Kamaboko (蒲鉾), ovvero una pasta di pesce pressato (come il surimi per intenderci). In effetti ho mangiato spesso il ramen ma solo raramente veniva decorato con il naruto…di solito c’era solo un uovo!
A proposito di naruto, scritto con questi kanji( )  in giapponese significa rotellina di pesce, scritto invece con questi (鳴戸) significa maelstrom, ovvero un tipo particolare di vortice. Mentre scritto in katakana ( ナルト) è la chiocciolina degli indirizzi email ( @ ) e anche il nome di Naruto Uzumaki. Se calcoliamo che il cognome, Uzumaki, significa anch’esso vortice,  ecco spiegato perché il nostro amato personaggio ha spirali ovunque! Ops…forse sono andata un po’ fuori tema 😉 

Read Full Post »

Older Posts »