Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2009

201px-nihongo_svg

 

Giovedì 12 febbraio si terrà la presentazione del  nuovo corso di lingua giapponese per principianti, con obiettivo il conseguimento del quarto livello del JLPT, presso il negozio/scuola Higashi no kaze, in via Cavour 46/r a Savona. L’incontro è totalmente gratuito e senza impegno. E’  gradita la prenotazione per motivi organizzativi.

Per chi poi fosse interessato a seguire il corso, le lezioni si terranno il giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30 e le modalità saranno le stesse del corso iniziato a gennaio:

 http://www.higashinokaze.com/corso%20base%20di%20lingua%20giapponese.pdf

Sono aperte le iscrizioni, per qualsiasi informazione contattatemi su info@higashinokaze.com!

Annunci

Read Full Post »

 Finalmente domenica 18 gennaio sono riuscita a visitare il primo ciclo della mostra Animalia Japonica!

Purtroppo non ho avuto il tempo per scrivere subito un articolo “a caldo” per voi, quindi se troverete qualche imprecisazione sarà dovuta alla mia scarsa memoria… in questo caso si accetteranno correzioni ^_^

Non mi soffermo a descrivervi le fantastiche statue, armature, kabuto (elmi) e oggetti che potete osservare in esposizione fissa al Museo Chiossone, vado direttamente alla mostra temporanea:

al primo piano potrete osservare delle delicatissime xilografie policrome che hanno come tema le carpe.

La carpa

La carpa

Sono relativamente recenti, risalgono al 1996. La prima è accompagnata dai seguenti versi:

Guizza la carpa

Trasparenze d’acqua

Forza vitale

Per gli esperti, cosa che io non sono, sarà utile sapere che sono state utilizzate le seguenti tecniche:

nishiki-e, kimpaku, bokashi, kirazuri, mokotsu (se qualcuno volesse scrivere qualche spiegazione per queste tecniche sarebbe ben accetto ^_^)

 

All’entrata il custode vi dirà di salire dalla scala che si trova sulla destra…onestamente non capisco il perchè…lui dice per non perdere le carpe…ma in questo modo vi ritroverete a vedere prima la seconda parte e poi la prima…e in effetti le carpe si potrebbero vedere anche alla fine…in ogni caso questo non è un grosso problema…l’ordine delle sezioni non è così importante, la cosa più importante è avere la possibilità di osservare dal vivo le rarità esposte!

Ma andiamo con ordine:

seguendo le indicazione del custode, dopo aver ammirato gli splendidi oggetti di cui (non) abbiamo già parlato, vi ritroverete all’ultimo piano e finalmente potrete godervi l’esposizione “Animalia Japonica” II sezione, con il tema ”La foresta, messaggeri degli dei e misteriosi abitatori delle foreste e della dimensione magica”

Nello specifico:

Foresta: cervo, cinghiale, lepre, lupo, orso, scoiattolo

Magia: kappa, tengu, tanuki, kitsune

La spiegazione la troverete vicino alle scale, dalla parte opposta rispetto a dove salirete.

Nelle bacheche potrete ammirare dei bellissimi bronzi e statue di legno cinesi e giapponesi dei secoli XVIII-XIX (il mio preferito è una tartaruga del periodo Edo, carinissima!), piatti di porcellana, numerosi netsuke (portaoggetti mirabilmente intagliati), tra i quali anche uno raffigurante un tanuki che soffoca un cacciatore sotto il suo enorme scroto (!), divertentissimo! E delle interessantissime stampe ukiyo-e, tra le quali: “Parodia al femminile, otto immortali” di Utagawa Kuninaga, “Urashima Tarō che lascia il palazzo del re Drago” di Tsukioka Yoshitoshi

Urashima Tarō che lascia il palazzo del re Drago

Urashima Tarō che lascia il palazzo del re Drago

“Tsuri-gitsune, volpe travestita da prete davanti alla trappola” di Utagawa Hiroshige, “Kintarō arbitra un incontro di sumo tra lepre e scimmia” di Kuniyoshi,

Kintarō che arbitra un incontro di sumo tra lepre e scimmia

Kintarō che arbitra un incontro di sumo tra lepre e scimmia

“Kintarō lotta per gioco con un orso” di Utagawa Kunisada, “Battuta di caccia di Yoritomo alle pendici del monte Fuji” di Katsukawa Shun’ei e la relativa perodia “Eizan della battuta di caccia di Yoritomo interpretata da bambini” di Kikugawa.

Troverete anche delle matrici per tintura del periodo edo rappresentanti animali (pavoni, leoni) e fiori e un enorme rotolo di tessuto con un dragone (se ricordo bene ricamato o comunque intessuto)

Si passa quindi alla sezione I, al piano inferiore, sugli “Abitatori del mito, del mondo dello spirito e di paesi lontani, ovvero:

Il mito e lo spirito: drago, fenice, kirin ( solitamente rappresentata come una specie di chimera fra un dragone e un cervo con la coda di un bue e gli zoccoli di un cavallo) e tartaruga, ovvero le quattro creature spiritualmente dotate, che rappresentano gli animali squamosi, piumati, pelosi e corrazzati.

Drago= est, primavera, verde/azzurro, acqua

Fenice=sud, estate, rosso, fuoco

Kirin= ovest, autunno, bianco, vento

Tartaruga= nord, inverno, nero, terra

 

Paesi lontani: elefante, leone, tigre, pavone

 

tigre e bambù sotto la luna piena

tigre e bambù sotto la luna piena

 
Nelle bacheche potrete quindi osservare vari kakemono (rotoli da appendere) tra i quali “Tanuki della leggenda della cuccuma stregata” di Katsushika Hokusai, “Tigre e bambù sotto la luna piena” sempre di Katsushika Hokusai, “Parodia femminile a capodanno: la divinità della fortuna su barca a forma di drago” di Kitagawa Utamaro

Presenti anche frammenti tessili , un grande piatto, altre matrici e una giacca da guerra con drago ed emblema dei Tokugawa.

Il percorso prosegue con le splendide armature, fino a ritornare al piano terra, dove potrete lasciare un vostro commento scritto, spero entusiasta, sul quaderno all’uscita.

 

Questa mostra mi ha regalato spunti per molti articoli, a presto quindi per informazioni su animali mitologici e leggende giapponesi!!

Read Full Post »

 Scusate se approfitto del mio blog per un sfogo personale, ma se non lo rendo pubblico esplodo!!

Ecco la mia allegra storia:

aprendo una nuova attività decido di attivare una linea telefonica telecom (non essendoci alternative possibili, visto che qualsiasi operatore alla fine si allaccia a loro). Avendo già sentito brutte storie relative alla linea adsl alice, tipo servizi inseriti in bolletta senza che siano mai stati richiesti, decido di stipulare un contratto con una ditta privata di mia conoscenza e mi faccio posare un cavo apposta per i dati (ovviamente sempre da telecom perchè non ci sono alternative). Il servizio alla fine è Alice business, ma io lo pago a questa ditta (che a sua volta lo paga a telecom) che mi da in più alcuni servizi di assistenza e che fa da filtro per tutte le cavolate di proposte telecom (pensando: la tranquillità vale i soldi spesi). Il contratto è intestato a loro e non a me. Specifico ai tecnici che mi posano il cavo che non mi devono mandare l’operatore ad attivare la linea perchè ho già un contratto con una ditta esterna. Si straniscono ma dicono che va bene.

Inizio a ricevere telefonate (3 per la precisione, a ore assurde) da operatori telecom che mi vogliono consegnare un modem(?)…ogni volta rispondo:”No grazie, ho già il mio router e poi non ho l’adsl con voi” La terza volta aggiungo :”magari se ve lo segnate da qualche parte e evitate di chiamarmi una quarta volta mi fate un favore”.

In effetti non ricevo più telefonate, ma dopo alcuni mesi mi arriva un’ingiunzione di pagamento per una bolletta che non ho mai ricevuto, con un importo molto più alto del previsto…Telefono al 191 e un’ operatrice molto gentile (strano!) mi dice che dev’essere stato un problema con la posta e che mi invierà la bolletta via mail e che ci vorrà un’oretta perchè va in coda di invio (ha impiegato in realtà 12 ore). Vedo il dettaglio e mi rendo conto che hanno aggiunto le tariffe per la linea adsl e per l’affitto del router (mai consegnato). Ritelefono e un’ altra operatrice gentile mi dice che ci dev’essere un errore e che basta che paghi l’importo parziale e che invii un fax per spiegare l’accaduto, ma di farlo da un tabaccaio con il sistema di pagamento immediato perchè se no aspettando l’arrivo del bollettino nel frattempo potrebbero staccare la linea telefonica. Vado il giorno dopo, ma non si può effettuare il pagamento in questo modo perchè la cifra risulta diversa. Chiamo di nuovo il 191 e questa volta mi risponde un’operatrice estremamente sgarbata che dice che la linea è attiva quindi la devo pagare! Io rispondo che ho già una 20 mega con un altra ditta (con ricevuta di pagamento) e che quindi non penso proprio che sia logico avere anche una 7 mega con loro e che se non ho pagato in tempo è solo perchè non mi è arrivata la bolletta. La risposta è stata:”non mi interessa, deve pagare e se non ha ricevuto il bollettino deve protestare con poste italiane e non con noi” (ah…dimenticavo…il protesto è arrivato già scaduto di qualche giorno).

Quindi perdo una mezza giornata alla posta (giorno di ritiro pensioni, ahimè!) e finalmente pago questa diavolo di bolletta. Invio il fax dopo aver chiamato l’associazione consumatori che mi consiglia alcune frasi ad effetto e attendo risposta.

Mi arriva un’altra bolletta, anche questa con il servizio adsl.

Attendo risposta…scade di due giorni il termine di pagamento della seconda bolletta, ma magicamente arriva una lettera di risposta:”abbiamo appurato che le cose da lei riferite corrispondono a verità, quindi ci scusiamo e la preghiamo di restituirci il prodotto in modo da ottenere il rimborso…etsc…etc…”

MA QUALE DIAVOLO DI PRODOTTO!!!NON HO MAI RICEVUTO NULLA!!!

Dopo qualche minuto mi calmo e telefono al 191. Mi viene detto che allora devo spedire un altro fax specificando che non ho ricevuto nulla…Nel frattempo mi viene detto: “ma qua risulta morosa, si sbrighi a pagare la parte che non aveva pagato e la bolletta nuova che se no le staccano la linea” Capito? Per ottenere un rimborso della cifra che non ho pagato e per far sì che non mi stacchino la linea devo pagare questa cifra che mi deve essere restituita in seguito…se non è un paradosso questo…

Entro sera mi viene staccata la linea, immaginate le conseguenze disastrose, essendo un negozio munito anche di pagamento POS.

Sabato ho pagato tutto, oggi invierò il fax…

Ho una gran voglia di fargli causa!

Ah…preciso anche che la linea adsl che ho cade di continuo con conseguenti figuracce con i clienti, visto che lavoro on line (sia per gli ordini ai fornitori che per le prenotazioni) e che non posso iniziare il servizio di lezioni on line per questo motivo… dopo vari controlli da parte di questa ditta che mi fornisce il servizio è stato appurato che la colpa è del tratto di linea esterna ovviamente gestito da telecom.

Nuova politica telecom: nessuna manutenzione, quando cadrà a pezzi verrà cambiata! Complimenti!

Mi dico in bocca al lupo da sola…penso che la lotta sarà dura…sigh…

Read Full Post »

Bonsai e suiseki

Per gli appassionati di bonsai e suiseki giapponesi, o per chi è comunque incuriosito da questi argomenti:
è nata la rivista Bonsai & suiseki magazine, scaricabile gratuitamente dal blog omonimo, ovvero http://bonsaiandsuisekimagazine.blogspot.com/

Complimenti per l’iniziativa!
E chissà che un domani non vi compaia all’interno qualche articolo scritto da me medesima… ^_^

Read Full Post »

Mercoledì 7 gennaio alle ore 20.30 si terrà presso il negozio Higashi no kaze la prima lezione-incontro del corso di lingua giapponese.

Programma della serata:

Presentazione esame JLPT

Presentazione insegnante

Introduzione ai concetti teorici di base della lingua giapponese

Presentazione dei software e dei materiali che verranno utilizzati nei laboratori linguistici

Questo primo incontro è libero e gratuito, per le modalità d’iscrizione e informazioni varie :  http://www.higashinokaze.com/corso%20base%20di%20lingua%20giapponese.pdf

Read Full Post »

Sabato 20 dicembre si è tenuto il primo incontro sugli origami (e shodo) presso il negozio Higashi no kaze.

Ecco una carrellata di immagini sull’avvenimento, l’obiettivo era creare un biglietto di auguri con origami e calligrafia.

creare una gru di carta

Primo passo: creare una gru di carta

 

Nell'arte della calligrafia giapponese è molto importante l'ordine dei tratti!

Nell'arte della calligrafia giapponese è molto importante l'ordine dei tratti!

 

Ora la nostra gru va incollata sul biglietto che avremo precedentemente ricoperto di carta di riso

Ora la nostra gru va incollata sul biglietto che avremo precedentemente rivestito con carta di riso

 

Ecco pronto il nostro biglietto d'auguri! Rosa o...

Ecco pronto il nostro biglietto d'auguri!

                                                                                                                                                                                                                                                                                           
                                                                                                                                                                                                                                                                                         
A presto per un nuovo appuntamento creativo!

Read Full Post »