Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2011

Il pensiero comune è ”con me non funzionerebbe, non abboccherei mai”.

Purtroppo la realtà dei fatti è differente:

quando ero bambina sapevo benissimo di non dover parlare con gli sconosciuti e a maggior ragione di non poter accettare nulla da loro.

Pur cosciente di questo, quando avevo pochi anni, una volta è bastato che un vecchietto mi dicesse “ti piacciono i gattini? Se vuoi ti faccio vedere i miei appena nati” per dargli la mano e seguirlo con gli occhioni spalancati e un sorriso felice.

Fortunatamente mia madre se ne accorse subito e mi strattonò via.

Magari il signore voleva veramente farmi vedere i suoi gattini…forse invece era un maniaco…non lo sapremo mai.

Da adulto impari a non fidarti più di nessuno, degli estranei soprattutto, in special modo se gestisci un negozio. Piano piano però ti crei un tuo cerchio della fiducia dove inserisci le persone che se lo meritano, alcuni clienti li puoi considerare addirittura amici.

E’ proprio su questo che puntano i truffatori professionisti, in pochi minuti diventano gli amici dei tuoi amici e quindi tuoi amici, frugano nella tua psiche, carpiscono nomi e informazioni e li usano contro di te, un po’ in stile Vanna Marchi…

E tu, che hai sempre pensato che solo gli allocchi ci cascano e si fanno fregare, tu che ti reputi una persona intelligente, magari su alcune cose un po’ più scaltra degli altri, quando diventi la vittima ti senti violata nell’intimo della tua mente.

Spesso gli basta distrarre la persona per scappare con il maltolto, a volte si fanno prestare cose o soldi che non restituiranno mai più, si fanno cambiare soldi falsi o altro..

Ma chi probabilmente li diverte di più, gli fa sentire il brivido del gioco d’azzardo, gli fa venire il desiderio di alzare la posta, sono proprio quelli come me, che li costringono a imbastire una commedia di 40 minuti con telefonate e improvvisazioni teatrali degne di un premio oscar, con baci, abbracci e complimenti per rendere più intimo quel rapporto di amicizia improvvisato, senza mai esagerare però, per non rischiare di sembrare invadenti, sfruttando leve psicologiche inconsce e magari anche un pochino di ipnosi, per chi ci crede.

Oggi quindi, anche se non ne sono così fiera, penso di aver fatto proprio divertire la truffatrice che è riuscita a spillarmi 230 euro e (oltre al danno la beffa) un portamonete nuovo di raffinata fattura giapponese, dove infilare il maltolto, visto che una parte era in monete, il tutto consegnato con le mie mani.

Mentre esce con i soldi realizzi che sei stato truffato, ma ormai è troppo tardi. Un po’ in realtà lo sapevi anche prima, quando ti rifiutavi di darglieli, quando però in qualche modo con le parole faceva salire il tuo imbarazzo, quasi ti stessi rifiutando di aiutare una vecchina ad attraversare la strada.

Provi a chiamare il recapito telefonico che ti è stato dato, ma il numero è errato, lo sapevi già mentre lo componevi.

Ogni giorno ti senti pronto a difendere la tua attività con le unghie e con i denti contro i tentativi di phishing tramite mail, contro i falsi fornitori, contro i taccheggiatori, i ladri e i finti questuanti…

ma alla fine vieni fregato proprio dalla persona più insospettabile, di mezza età, italiana, piccoletta, rotondetta, ben vestita e gentile, che si presenta come la moglie di quel dottore, ma sì, quello che è già venuto varie volte in negozio tempo fa, suo cliente, ma come non si ricorda? Il dott. Colombo! Ma ci possiamo dare del tu, vero? Avrei bisogno di un vocabolario di lingua giapponese…

Read Full Post »

Domani sabato 4 giugno il negozio Higashi no kaze sarà chiuso per fiera!

Veniteci a trovare a La Spezia in occasione de “La Spezia fantasy and comix”, nel nostro stand troverete i prodotti copic, le kimmidoll, le momiji doll, bento e attrezzi per la cucina giapponese, manga, libri e tante altre belle cosine!!

 

Potete trovare tutte le informazioni sul sito dedicato:

http://www.laspeziafantasy.com/

Altre nostre vecchie conoscenze presenti in fiera:

Samantha Scuri e Ivo De Palma

godetevi il promo!! ^^

Read Full Post »

Oggi dovrei fare tutt’altro che scrivere questo articolo, visto che domani ci sarà la fiera di La Spezia fantasy and games (vedi prossimo post) e dovrei imballare mille cose e prepararne altrettante…ma in un attimo di riposo al pc ho visto il un articolo curioso:

http://www.ilsecoloxix.it/p/multimedia/2011/06/03/AO4sE9Y-corsa_record_lato.shtml

Ora, a parte che non se ne può più di sentir chiamare il sedere (ho scritto proprio sedere, è così che si chiama, no?) lato B, dopo pochi istanti mi sono resa conto che si parlava giapponese nel filmato…ma mi sono detta: “ok, il programma è giapponese, ma magari la concorrente è cinese”…poi ho guardato meglio e ho visto che si chiama Kazumi, nome tipicamente giapponese. A questo punto mi sono informata meglio…Kazumi è una animation dancer abbastanza famosa in Giappone, ha anche partecipato a vari programmi televisivi:

A proposito riconoscete qualcuno in questo programma? 😉

Tornando al discorso precedente..capisco che le persone comuni non distinguano tra cinesi e giapponesi, ma i giornalisti, prima di diffondere le notizie, anche se non di importanza mondiale (mi rendo conto che ci sono cose più importanti di questa), non potrebbero informarsi meglio?  Se ho capito bene, è cinese la concorrente avversaria, ma quella che ha battuto il record è Kazumi!!

 

Read Full Post »