Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘A ruota libera’ Category

Ciao a tutti!!

Vi ricordo che non sono sparita, ma mi sto semplicemente dedicando ad altre attività, ad esempio sto scrivendo articoli per un mensile locale, ogni tanto partecipo a vari film (mi potete trovare come comparsa ne “La solita commedia-Inferno” nell’ambito ruolo di quella che attraversa la strada, vediamo chi riesce a trovarmi? Ho recitato anche nel piccolo ruolo del carabiniere Caruso in “Writers-Storia di una Crew”), ho partecipato a un laboratorio teatrale della compagnia Salamander e prima o poi usciranno delle foto con me nelle pubblicità delle Grandi Navi Veloci. Oltre a questo insegno inglese in un doposcuola delle elementari e continuo a lavorare nel negozio Higashi no kaze, anche se ultimamente abbiamo dovuto ridurre di molto lo spazio ed è rimasto solo il settore fumetti.

Vi chiederete: “E il Giappone?” Il Giappone c’è sempre, infatti ho inaugurato una nuova rubrica sul canale Higashi no kaze di You tube (iscrivetevi se vi fa piacere! Di sicuro farà piacere a me) 😀 dove giochiamo a videogiochi giapponesi parlando anche ogni tanto di curiosità, cultura e varie esperienze sempre legate al Giappone.

Ovviamente sto continuando anche con le recensioni manga..vorrei giorni di 48 ore!

Per ora siamo partiti con un classico: Final Fantasy VII!

Si ringrazia Revyl per la partecipazione al progetto e soprattutto per la parte grafica e il montaggio dei video!

Annunci

Read Full Post »

Ieri la mia pagina facebook è stata invasa da questa immagine di un ignaro “Ryu, il ragazzo delle caverne” accusato ingiustamente di colpe ben lontane dal suo mondo preistorico di pterodattili e simili (da quel che mi ricordo, avendo visto l’anime moooolti anni fa):

Immagine

Chi legge questo blog suppongo che sappia cosa significhi in realtà la parola manga, non vi starò quindi a spiegare nel dettaglio l’origine di tutto, magari farò in seguito un post apposito con tutte le spiegazioni del caso partendo dal maestro Hokusai, per i profani dirò che semplicemente è la traduzione di “fumetto”.

Noi diciamo fumetto, gli americani comic, i francesi bande dessinée e i giapponesi manga.

Tornando all’immagine incriminata, facendo qualche ricerca è risultato essere una piccola scheda che accompagnava un articolo di Repubblica del 19 giugno titolato “La legge anti-pedofilia risparmia i manga” di tale Giampaolo Visetti.

Non voglio entrare nell’argomento pedofilia, troppo delicato per questo contesto secondo me, ma vorrei porre l’accento sull’ignoranza del “giornalista” sul tema manga e anime sul quale sproloquia da un giornale con una tiratura di più di 450 mila copie, creando, probabilmente senza rendersene nemmeno conto, un danno d’immagine ad autori, case editrici, traduttori, fornitori e rivenditori (tra i quali la sottoscritta) e all’intero Giappone. Purtroppo spesso chi non conosce il fumetto giapponese lo associa già a qualcosa di violento e/o porno, se poi questa convinzione viene rafforzata da una fonte che dovrebbe essere rispettabile il risultato non può che essere veramente negativo per queste categorie.

Vi fornisco un po’ di dati per trarre le vostre conclusioni:

questo è l’articolo sul sito di Repubblica (il box incriminato non compare però)

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2014/06/19/la-legge-anti-pedofilia-risparmia-i-manga1819.html

Partiamo subito male. Un altro errore inspiegabilmente comune è confondere Giappone e Cina. Corrispondente da Pechino, articolo sul Giappone. Va bene, lui sarà in Cina e scrive un articolo sul Giappone, però…

Le prime righe sono un insieme di contraddizioni e poi boom!: “Resiste ora l’ultimo bastione del sesso rivolto ai maniaci dei bambini: i “manga”, i famosi fumetti nipponici, e i film d’animazione.”

Riformuliamo la frase: I manga e i film d’animazione (detto così sembra voler dire “TUTTI i manga e i film d’animazione) sono un prodotto ad uso e consumo dei maniaci dei bambini. O_O

“Produttori di anime e cartoon”. Ma non sono la stessa cosa?

“Inchieste internazionali hanno rivelato come il Giappone fosse il primo esportatore e il primo cliente di immagini per pedofili” citare magari la fonte di questa informazione? Quali sarebbero queste inchieste internazionali?

Ulteriori ricerche da parte mia hanno portato alla luce queste altre informazioni sull’autore:

http://www.giornalettismo.com/archives/1017887/luomo-che-scriveva-bufale-sulla-cina/

http://www.ilpost.it/2012/08/31/visetti-repubblica-talia-plagi/

http://www.tempi.it/tutte-le-balle-di-visetti-visionario-corrispondente-in-cina-di-repubblica#.U6VrC3ZaKX0

Direi che gli articoli si commentano da soli, nel frattempo continuerò a immaginarmi un grattacielo enorme con dentro intere fattorie..

Read Full Post »

Buongiorno a tutti!
Vi segnalo che purtroppo, per gravi problemi ai server, siamo stati costretti a cambiare gli indirizzi del sito e-commerce e delle e-mail.
Onestamente aggiungo il mio commento personale, relativo anche ad altri recenti avvenimenti non inerenti a problemi informatici, ovvero: va bene essere orientati al problem solving, ma qui si esagera, vorrei che passasse almeno un giorno senza dover sprecare preziosi minuti e in alcuni casi ore e giorni per mettere una pezza su qualunque cosa a causa degli errori o dei problemi altrui, che in Italia spesso vengono liquidati con vaghe scuse quando siamo fortunati, perché a volte non arrivano nemmeno quelle.
Poi ci si chiede quali siano le cause della mia gastrite…
Ok, dopo questo piccolo sfogo mi accingo a fornirvi i nuovi dati:
www.higashinokaze.it (in pratica cambia solo il .com)
infochiocciolahigashinokaze.it (idem come sopra, lo scrivo così perché non vorrei essere di nuovo sommersa dallo spam automatico, ovviamente dovete sostituire chiocciola con @)
Vi ricordo che mi trovate anche su Facebook sotto il profilo higashi no kaze e mi sto apprestando a creare anche una pagina, anche perché a breve Fb manterrà solo i profili Nome-Cognome reali, quindi mi sto preparando al cambiamento (già mi hanno imposto il diario con la forza -_-‘).
E’ nato anche il canale su you tube, ovviamente sempre Higashi no kaze, spero di trovare il tempo per lavorare anche a quello. Fatemi sapere se preferite altri mezzi di comunicazione, sto facendo un pensierino su Twitter…
A presto!

Read Full Post »

Il pensiero comune è ”con me non funzionerebbe, non abboccherei mai”.

Purtroppo la realtà dei fatti è differente:

quando ero bambina sapevo benissimo di non dover parlare con gli sconosciuti e a maggior ragione di non poter accettare nulla da loro.

Pur cosciente di questo, quando avevo pochi anni, una volta è bastato che un vecchietto mi dicesse “ti piacciono i gattini? Se vuoi ti faccio vedere i miei appena nati” per dargli la mano e seguirlo con gli occhioni spalancati e un sorriso felice.

Fortunatamente mia madre se ne accorse subito e mi strattonò via.

Magari il signore voleva veramente farmi vedere i suoi gattini…forse invece era un maniaco…non lo sapremo mai.

Da adulto impari a non fidarti più di nessuno, degli estranei soprattutto, in special modo se gestisci un negozio. Piano piano però ti crei un tuo cerchio della fiducia dove inserisci le persone che se lo meritano, alcuni clienti li puoi considerare addirittura amici.

E’ proprio su questo che puntano i truffatori professionisti, in pochi minuti diventano gli amici dei tuoi amici e quindi tuoi amici, frugano nella tua psiche, carpiscono nomi e informazioni e li usano contro di te, un po’ in stile Vanna Marchi…

E tu, che hai sempre pensato che solo gli allocchi ci cascano e si fanno fregare, tu che ti reputi una persona intelligente, magari su alcune cose un po’ più scaltra degli altri, quando diventi la vittima ti senti violata nell’intimo della tua mente.

Spesso gli basta distrarre la persona per scappare con il maltolto, a volte si fanno prestare cose o soldi che non restituiranno mai più, si fanno cambiare soldi falsi o altro..

Ma chi probabilmente li diverte di più, gli fa sentire il brivido del gioco d’azzardo, gli fa venire il desiderio di alzare la posta, sono proprio quelli come me, che li costringono a imbastire una commedia di 40 minuti con telefonate e improvvisazioni teatrali degne di un premio oscar, con baci, abbracci e complimenti per rendere più intimo quel rapporto di amicizia improvvisato, senza mai esagerare però, per non rischiare di sembrare invadenti, sfruttando leve psicologiche inconsce e magari anche un pochino di ipnosi, per chi ci crede.

Oggi quindi, anche se non ne sono così fiera, penso di aver fatto proprio divertire la truffatrice che è riuscita a spillarmi 230 euro e (oltre al danno la beffa) un portamonete nuovo di raffinata fattura giapponese, dove infilare il maltolto, visto che una parte era in monete, il tutto consegnato con le mie mani.

Mentre esce con i soldi realizzi che sei stato truffato, ma ormai è troppo tardi. Un po’ in realtà lo sapevi anche prima, quando ti rifiutavi di darglieli, quando però in qualche modo con le parole faceva salire il tuo imbarazzo, quasi ti stessi rifiutando di aiutare una vecchina ad attraversare la strada.

Provi a chiamare il recapito telefonico che ti è stato dato, ma il numero è errato, lo sapevi già mentre lo componevi.

Ogni giorno ti senti pronto a difendere la tua attività con le unghie e con i denti contro i tentativi di phishing tramite mail, contro i falsi fornitori, contro i taccheggiatori, i ladri e i finti questuanti…

ma alla fine vieni fregato proprio dalla persona più insospettabile, di mezza età, italiana, piccoletta, rotondetta, ben vestita e gentile, che si presenta come la moglie di quel dottore, ma sì, quello che è già venuto varie volte in negozio tempo fa, suo cliente, ma come non si ricorda? Il dott. Colombo! Ma ci possiamo dare del tu, vero? Avrei bisogno di un vocabolario di lingua giapponese…

Read Full Post »

Oggi dovrei fare tutt’altro che scrivere questo articolo, visto che domani ci sarà la fiera di La Spezia fantasy and games (vedi prossimo post) e dovrei imballare mille cose e prepararne altrettante…ma in un attimo di riposo al pc ho visto il un articolo curioso:

http://www.ilsecoloxix.it/p/multimedia/2011/06/03/AO4sE9Y-corsa_record_lato.shtml

Ora, a parte che non se ne può più di sentir chiamare il sedere (ho scritto proprio sedere, è così che si chiama, no?) lato B, dopo pochi istanti mi sono resa conto che si parlava giapponese nel filmato…ma mi sono detta: “ok, il programma è giapponese, ma magari la concorrente è cinese”…poi ho guardato meglio e ho visto che si chiama Kazumi, nome tipicamente giapponese. A questo punto mi sono informata meglio…Kazumi è una animation dancer abbastanza famosa in Giappone, ha anche partecipato a vari programmi televisivi:

A proposito riconoscete qualcuno in questo programma? 😉

Tornando al discorso precedente..capisco che le persone comuni non distinguano tra cinesi e giapponesi, ma i giornalisti, prima di diffondere le notizie, anche se non di importanza mondiale (mi rendo conto che ci sono cose più importanti di questa), non potrebbero informarsi meglio?  Se ho capito bene, è cinese la concorrente avversaria, ma quella che ha battuto il record è Kazumi!!

 

Read Full Post »

The stats helper monkeys at WordPress.com mulled over how this blog did in 2010, and here’s a high level summary of its overall blog health:

Healthy blog!

The Blog-Health-o-Meter™ reads Wow.

Crunchy numbers

Featured image

The average container ship can carry about 4,500 containers. This blog was viewed about 22,000 times in 2010. If each view were a shipping container, your blog would have filled about 5 fully loaded ships.

 

In 2010, there were 38 new posts, growing the total archive of this blog to 103 posts. There were 39 pictures uploaded, taking up a total of 51mb. That’s about 3 pictures per month.

The busiest day of the year was March 29th with 331 views. The most popular post that day was Ristorante italiano (blasfemo) a Fukuoka!*_*.

Where did they come from?

The top referring sites in 2010 were facebook.com, higashinokaze.com, it.wordpress.com, google.it, and twitter.com.

Some visitors came searching, mostly for madonna maiala, madonna maiala ristorante, momiji dolls, my boss my hero, and ristorante madonna maiala.

Attractions in 2010

These are the posts and pages that got the most views in 2010.

1

Ristorante italiano (blasfemo) a Fukuoka!*_* July 2009
7 comments

2

Ristorante asian fusion Pin gusto a Genova January 2010
4 comments

3

Stanno per arrivare le Momiji dolls!!! May 2009
4 comments

4

Il primo ristorante giapponese a Savona! November 2008
14 comments

5

Gli aceri giapponesi: il momijigari October 2008
6 comments

Read Full Post »

Un post veloce veloce per augurarvi un felice anno nuovo in giapponese!

明けまして おめでとう

che si pronucia akemashite omedetou!

Al prossimo anno con tanti nuovi articoli per voi!

Read Full Post »

Older Posts »