Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Curiosità dal Giappone’ Category

Come avevo annunciato è partito un mio (anzi nostro, visto che siamo in due)  nuovo progetto: un blog, un canale youtube, un account instagram e una pagina facebook chiamati Giappone a quattro mani.

sfondo4mani4bis

Blog

Il tema ovviamente è il Giappone, l’idea di base è quella di vivere l’esperienza di un trasferimento a Tokyo alla ricerca di una nuova vita e di prospettive di lavoro che ci venivano negate in Italia, raccontata tramite vari media attraverso il punto di vista di due persone diverse tra di loro ma che comunque fanno parte di una coppia.

Canale Youtube

giapponeaquattromani

 

Pagina Facebook

cappello

Account instagram

Seguiteci e vivete con noi questa avventura, se vi fa piacere! 😀

 

Read Full Post »

Proprio ieri sera è capitato il discorso a lezione e ho pensato che fosse molto interessante e di attualità: cosa succede se si guida in stato di ebbrezza in Giappone? Se durante un controllo vi capita di passare il tasso alcolemico consentito dalla legge ovvero lo 0,03 %, vi sarà fatta una multa salatissima, fino a 500.000 yen, ovvero l’equivalente di 4.564 euro al cambio attuale. In effetti, se vogliamo essere precisi,  ci sono due livelli in base ai quali vi verrà fatta la multa, ovvero se siete proprio ubriachi o solo un po’ alticci, in ogni caso non ve la caverete a buon mercato. La cosa particolare è però che le conseguenze non le paga solo chi guida, ma anche chi è con voi in macchina! Visto che chi ha la patente sa che un ubriaco non può mettersi alla guida, se con voi in macchina ci sono altre persone patente-munite anch’esse verranno multate. Esempio: una famiglia di 4 persone è in macchina, madre, padre, figlio maggiorenne patentato, bambino di 10 anni. La multa viene raddoppiata per 3, ovvero per il numero di persone patentate presenti in auto. La stessa cosa può accadere al barista che vi serve da bere sapendo che ripartirete alla guida della vostra vettura o a un amico dal quale siete andati a cena se vi lascia ripartire con il vostro mezzo invece di ospitarvi o di chiamare un taxi che fa “daikou service” (代行サービス), ovvero un taxi con due autisti.

Foto di repertorio by Sabrina (notare l'autista all'interno del taxi!) XD

Foto di repertorio by Sabrina (notare l'autista all'interno del taxi!) XD

Uno vi accompagna a casa con la vostra auto, l’altro vi segue in taxi per riportare poi indietro l’altro taxista. Ovviamente il servizio costa un po’, ma vi evita una multa salatissima o peggio ancora un incidente. Calcolando poi che prendere un taxi in Giappone costa molto meno che in Italia…

Vi chiederete voi “ma come fanno a sapere che il barista o l’amico erano complici del misfatto?” i poliziotti giapponesi garantiscono che con indagini accurate sono in grado di scoprirlo, o almeno è così che dicono durante i corsi di aggiornamento per il rinnovo della patente, magari dopo aver appena interpretato una divertente scenetta mimando moglie e marito che decidono chi deve guidare dopo aver bevuto un po’ a cena! 😉

Read Full Post »

Vi segnalo il seguente evento:

Venerdì 5 febbraio alle ore 18.00 nella sala rossa del comune di Savona si terrà la presentazione della nuova guida di Tokyo scritta da Anna Cenerini Bova, avvocato, che ha vissuto in Giappone dal 2003 al 2008 insieme al marito, Ambasciatore d’Italia.

Guida di Tokyo

Il volume, realizzato in collaborazione con Lucia Cenerini e Luminita Brebenel, è una guida un po’ diversa dalle solite, che presenta il Giappone non solo in maniera turistica, ma propone anche la partecipazione alla vita giapponese, condividendo esperienze culturali e tradizionali, dando importanza anche a particolari architettonici e naturalistici e non dimenticando la cucina giapponese che ci piace tanto!! ^^ Il tutto sempre in una chiave di lettura vicina alla sensibilità europea.

Non mancate!

Ovviamente il libro sarà presto disponibile presso il negozio Higashi no kaze! Per prenotare la vostra copia o per avere ulteriori informazioni: info@higashinokaze.com

Read Full Post »

Qualche tempo fa, navigando in internet come al solito, mi sono imbattuta in un video di Marco Togni…l’ho trovato molto interessante perchè parlava della Suica card, una tessera tipo la Pasmo, della quale avevo parlato in un mio precedente post, ma che in più fa avere uno sconto sul Narita express, per spostarsi dall’areoporto di Tokyo verso il centro…

Da qui piano piano mi sono appassionata alla semplicità con cui riesce a mostrare il Giappone che tanto adoro e attualmente mi posso dichiare ufficialmente una sua fan ^^

Ogni giorno controllo se ha caricato un nuovo video o qualche splendida foto!

Per chi volesse dare un’occhiata, ecco il suo sito:

http://www.marcotogni.it/articoli/giappone

il suo Blog:

http://blog.marcotogni.it/

e il suo canale su youtube!

http://www.youtube.com/user/marcotogniphoto

Attenzione, dà dipendenza! Ciao a tutti, al prossimo video…oops…articolo! ^_^

Read Full Post »

Oggi mi è capitato di leggere sul giornale un articolo che ha catturato la mia attenzione:

La polizia della prefettura di Shiga, vicino a Kyoto e Osaka, ha scoperto che gli aspiranti affiliati del più importante clan della yakuza, il Yamaguchi-gumi, devono sostenere un test di ammissione per poter entrare a far parte di questa importantissima organizzazione mafiosa.

La maggior parte delle domande del test verte sulla conoscenza della legge, proprio per poterla aggirare meglio, sulle regole etiche del clan e su quali attività siano vietate (sono proibite ad esempio le truffe telefoniche e lo scarico di rifiuti tossici).

Tutto questo mi ha riportato alla mente uno dei miei drama preferiti, ovvero My boss my hero, con il bellissimo Nagase Tomoya!!

 

My boss, my hero

My boss, my hero

Questa divertentissima commedia giapponese racconta le avventure di Sakaki Makio, erede del clan mafioso della “Zanna affilata del Kanto”,  fortissimo ma piuttosto ignorante, che all’età di 27 anni viene obbligato dal padre a tornare sui banchi di scuola per diplomarsi, pena,  in caso di fallimento, la perdita del diritto di successione che passerebbe al fratello minore.

Ecco l’inizio della prima puntata:

Per chi non lo sapesse Nagase Tomoya è il cantante dei Tokio, e la sigla finale del drama è cantata proprio da lui!

Altri attori-cantanti famosi presenti nel drama sono Tegoshi Yuya, membro della band NEWS

e Tanaka Koki, membro dei Kat tun!

Read Full Post »

Sono venuta a conoscenza ieri dell’esistenza di un “ottimo” ristorante italiano a Fukuoka…e fin qui nulla di strano…poi mi è stato detto il nome…non sono particolarmente religiosa, ma sono rimasta un po’ scandalizzata lo stesso!

Ecco il logo del suddetto ristorante:

Ristorante Madonna Maiala

Ristorante Madonna Maiala

Dico io…ma non c’era un nome migliore? Facendo un po’ di ricerche ho scoperto che è stato scelto dal proprietario perché è stata la prima frase che ha imparato quando è venuto in Toscana…e che gli mette allegria…alla faccia! ^_^’

Qua trovate una divertente recensione:

http://www.numerozero.it/giapponeserie/559/il-miglior-ristorante-italiano-in-giappone

Per chi volesse dare un’occhiata ecco il link al sito giapponese:

http://www.fukuokashi-town.com/mypage/fo084280/

C’è da dire che i giapponesi non sono particolarmente abili a trovare i nomi per i ristoranti italiani…qua abbiamo il raffinatissimo “Buco di muro” (e meno male che hanno scelto la parola muro!

http://www.bucodimuro.com/menu.html

E ho sentito parlare del “Ti piichio” e del “porca donna”…

Beh..attendo commenti! ^_^

Read Full Post »

Il nostro amico Massa
Il nostro amico Massa

Finalmente riesco a trovare un attimo per commentare e consigliarvi questo splendido blog sul Giappone:

Il blog “Dal Giappone”, scritto e gestito dal simpaticissimo Massa, ovvero Masahiko Kobayashi, nasce nel 2004 e parte con brevi frasi in lingua italiana un po’ stentata con lo scopo di diffondere notizie e curiosità sul Paese del Sol Levante. Con il tempo però l’italiano del nostro amico migliora sempre di più e con esso anche la lunghezza e la profondità degli articoli,(anche se ultimamente gli articoli si sono di nuovo ridotti a poche righe, probabilmente per la mancanza di tempo libero dell’autore).

Presto questo blog diventa molto utile per gli appassionati di lingua e cultura giapponese perchè si arricchisce di traduzioni del testo in lingua giapponese, prima in romaji e in seguito anche in kana e kanji!

Gli argomenti spaziano su infiniti temi interessanti: lingua, religione, storia, manga, musica e molto altro!

Il blog ha festeggiato da poco il quinto anniversario, quindi da parte del blog Higashi no kaze: Omedetou gozaimasu Massa san! Continua così ^_^

Ecco il link al blog: http://massa.typepad.com/dal_giappone/

Read Full Post »

Immaginatevi la scena: vi state tranquillamente avviando verso la stazione di Shinjuku, un po’ tristi perchè sapete che non potrete godervi il quartiere della perdizione nella sua versione notturna a causa della lontananza del vostro albergo dal suddetto quartiere…sapete com’è…non è il caso di perdere l’ultimo treno! Senza contare che state morendo di fame…e…sorpresa! Vi ritrovate davanti questo:

Pubblicità ramen

Pubblicità soba

Un enorme, fumante, incredibile confezione di soba liofilizzato! Per farvi un’idea della grandezza guardate nell’angolo in basso a sinistra: ci sono due persone chinate a raccogliere dei sacchetti…anche se non si distingue molto chiaramente. Quelle cose gialle che salgono sono spaghetti di soba (finti ovviamente) retti da un paio di bacchette, con una scala vicino. Dietro c’era la pubblicità del nuovo prodotto che girava di continuo su un megaschemo, dove si vedeva questa enorme confezione con un tizio che saliva sulla scala e li mangiava…o quelcosa del genere, non ricordo bene…

Io e Laura abbiamo realizzato che fosse una trovata pubblicitaria e abbiamo deciso di vedere come sarebbe andata a finire…ebbene, dopo pochi minuti, in mezzo a un tripudio di musica ed educazione (tutti in fila e nessuno che spingeva), ci hanno consegnato una confezione gratuita di questo nuovo tipo di soba con tempura (tempura liofilizzato…blah…ma nell’insieme non era male). Che dire…bella questa pubblicità della Nissan food!

Peccato che pochi giorni dopo (il 24 ottobre) su tutti i telegiornali giapponesi si parlava dei noodle al paradichlorobenzene…più di 500 mila confezioni di nissin noodle ritirati dal commercio per possibile contaminazione da insetticida!! Per fortuna si è poi rivelato un falso allarme…non si è capito perchè, ma era contaminata solo la confezione che ha mangiato un tizio che si è sentito male…

Read Full Post »

Un addetto alle pulizie-foto by Laura

Un addetto alle pulizie-foto by Laura

Come tutti sanno, i giapponesi tengono molto alla pulizia…

Nella stazione di Kyoto ad esempio potete vedere degli addetti alle pulizie che ogni giorno lustrano tutto quello che si può lustrare!

C’è da dire che nessuno butterebbe mai cartacce per terra o addirittura cicche di sigaretta (ricordiamoci del divieto di fumare all’aperto, ovviamente è esteso anche alle stazioni). In ogni caso la polvere è sempre in agguato, quindi vediamo in questa foto un addetto impegnato ad aspirare gli scalini con la sua bellissima divisa sgargiante! Ma questo è niente…esiste anche un pulitore di corrimano delle scale mobili! Con uno straccetto pulisce OGNI GIORNO il corrimano. Io sospetto che lo pulisca più di una volta al giorno…Mi chiedo se qualcuno abbia mai pulito quelli delle scale mobili del centro commerciale di Savona…perché o molti hanno le mani appiccicaticce di cibo o nessuno ha mai pensato di passarci uno straccetto, dato che ogni volta che mi capita di appoggiarmi a uno di essi ho una strana e sgradevole sensazione di disgusto…

Comunque…oltre ai due simpatici addetti descritti prima esistono ovviamente i pulitori di vetri che con la loro piattaforma volante rendono splendenti i vetri dei grattacieli giapponesi, stazione compresa (magari non può essere considerata un grattacielo, ma vi assicuro che è molto alta!).

Anche i bagni solitamente sono abbastanza puliti, ma ovviamente ci sono sempre le eccezioni, ricordiamoci che spesso vanno e vengono molti stranieri…e che i giapponesi non sono perfetti, almeno non tutti…

La cosa più bella comunque sono le vecchine che puliscono la strada davanti a casa lanciando l’acqua…esistono veramente!! Ne sanno qualcosa Ranma e amici…brutta cosa trasformarsi con l’acqua fredda…c’è sempre una vecchina in agguato! Di solito però guardano che non passi nessuno prima di lanciare…non ti tirano l’acqua addosso volontariamente…

La cosa paradossale è che invece ogni tanto capita di vedere dei cumuli di sacchi di spazzatura sui marciapiedi. Questo si spiega facilmente: in Giappone non ci sono i cassonetti della spazzatura in strada…solo qualche cassonetto per i condomini, quindi esistono dei giorni di raccolta nei quali ognuno porta la propria spazzatura sul marciapiede davanti a casa…non so…la cosa non mi convince molto…ci sarà di sicuro una spiegazione…forse è a causa dei corvi che cercherebbero in ogni modo di entrare nei cassonetti…forse pensano che è meglio che ognuno si tenga le proprie schifezze a casa propria fino all’ultimo…ma se per qualsiasi motivo non riesci a portarla fuori il giorno prestabilito devi tenerla a casa ancora per quanto? In effetti in molti anime e manga si vedono ragazzini in monolocali pieni di sacchetti di rifiuti (vedi ad esempio Nodame cantabile)…la pigrizia è una brutta bestia!

In ogni caso è molto divertente vedere ritirare la spazzatura! Mi è capitato una volta sola: un omino con un camioncino inchioda, si lancia nel vuoto a velocità incredibile, si carica i sacchetti e riparte a tutta velocità, come se fosse inseguito dal demonio! Forse era in ritardo con il giro…o forse fanno sempre così?

Read Full Post »

Corvo giapponese, foto by Sabrina Travi

Corvo giapponese, foto by Sabrina Travi

Spesso vediamo comparire dei corvi (karasu 烏) nei manga o negli anime (ad esempio in City Hunter) per sottolineare una situazione imbarazzante o comunque quando un personaggio fa qualcosa di stupido. Questo è perchè il suono onomatopeico del verso del corvo in giapponese è “Ahou Ahou” che tradotto suona più o meno come “idiota idiota”.

Un altro motivo è perché il Giappone è pieno di corvi! Enormi!! Non so dalle altre parti, ma a Kyoto e a Tokyo dominavano incontrastati! Non vi dico nel parco di Ueno!! Migliaia!!

Ecco un video interessante sulle abitudini dei corvi metropolitani! Amando le noci, ma non riuscendo ad aprirle lasciandole semplicemente cadere dall’alto, i corvi hanno studiato un ingegnoso sistema: lasciano che siano le ruote delle macchine a romperle! Ma come fare per non rimanere schiacciati loro stessi? Basta farle rompere su un passaggio pedonale! Quando il semaforo è verde per i pedoni è il momento giusto per correre a nutrirsi! (penso che facciano riferimento al suono del semaforo più che al colore…i corvi vedono i colori? Mah..onestamente non lo so….)

Commento di David Attenborough (il Piero Angela britannico), video della BBC:

Esiste anche una figura mitologica legata al corvo: il Tengu…ma di questo parleremo un’altra volta….

Read Full Post »

Older Posts »