Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘noodle’

Sabato scorso, cogliendo l’occasione della visita di un nostro amico milanese in quel di Genova, abbiamo deciso di recarci in un ristorante giapponese (ogni scusa è buona ^_^).

Purtroppo l’ottimo “Sushi restaurant sul fronte del porto” ( http://www.sushigenova.it/ ) era chiuso per ferie e l’altrettanto amato ristorante giappo/cino/thailandese “Yuan” ( http://www.ristoranteyuan.com/ ) non aveva posti liberi nemmeno prenotando il giorno prima…

Dopo varie ricerche ho trovato Il “Toro  sushi & restaurant” ( http://www.torosushi.it/ ) e ho deciso di prenotare per 4 persone.

Taccuino alla mano, che fa molto “Gambero rosso” o se vogliamo “Guida Michelin”, ho preso appunti per voi ^_^

Questo locale si trova all’interno della Galleria dell’Elica, dentro i magazzini del Cotone, quindi molto pratico da raggiungere perchè in pieno porto antico: vicino ai parcheggi (a pagamento) e nella  zona della “Movida” genovese (Cineplex, sala giochi, bigolo, pista di pattinaggio sul ghiaccio in inverno e luogo di mille eventi in estate). Peccato che sabato non ci fosse un cane in giro…sarà stata colpa del vento che ti spazzava via anche i pensieri?

Ma torniamo al ristorante…

Diviso in due sale ai due lati della galleria, il locale si presenta molto moderno, estremamente pulito e intrigante, grazie anche ai giochi di luci che modificavano totalmente l’atmosfera ogni ora circa. Peccato che l’atmosfera non fosse assolutamente giapponese…se per atmosfera giapponese intendiamo quella della tradizione. Peccato soprattutto per la musica, occidentale e con un volume un po’ eccessivo, non stordente ma abbastanza alto da infastidirmi un po’…Peccato che non ci fosse uno straccio di giapponese…solo personale italiano e un cuoco di non ben identificata origine…

Ci collocano nel posto peggiore, ovviamente, (si vede che mi guardano in faccia e poi decidono!) vicino alla porta.

Normalmente questo non sarebbe un problema, ma in questo caso lo è stato, perchè la porta era automatica (e molte volte mieteva vittime, aprendosi proprio nella direzione d’entrata degli ignari avventori, quante facciate che ho visto prendere!! E ne ho rischiata una anch’io ^_^) e congiungeva le due sale, quindi ogni 5 minuti si apriva al passaggio delle cameriere…senza contare che anche il bagno era esterno…

Il buon Ema, con sguardo glaciale e modi gentili, decide di chiedere a una cameriera se fosse possibile cambiare posto…questa chiama la proprietaria/caposala/matrona o quello che era ed essa ci risponde molto gentilmente che era impossibile, perchè bisognava prenotare.

Avendo prenotato il giorno prima deduco che al momento della telefonata avrei dovuto specificare che non volevo il posto peggiore…

Non l’avesse mai fatto! Più e più volte la direttrice (?) ha comunicato a voce alta agli sprovveduti che attendevano o che semplicemente transitavano vicino alla porta: “Amore? (chiamava tutti così..) puoi spostarti per favore che se no la porta rimane aperta e loro hanno freddo?” Sembrava un atto di cortesia, ma a me sembrava tanto una presa per il …. (pessimismo e fastidio!).

Senza contare che il tempo medio di attesa per l’arrivo del primo piatto caldo è stato di 40 minuti…

Ma passiamo al cibo:

Nulla da dire, tutto quello che ho provato aveva un sapore delizioso; uniche pecche: le alghe nella soba un pochino troppo dure e i cetrioli dentro ai  maki con la buccia…duretta anch’essa…La soba con poco brodo…Le porzioni non proprio enormi, almeno rispetto ai prezzi.

Nello specifico:

Tempura soba, 16 euro, veramente ottimo. Tempura leggero e croccante, 5 pezzi di verdura e 2 di gamberi (per errore ne hanno messi 3!!), soba cotta al punto giusto e brodo molto saporito (anche se scarsino).

Noodle, 15 euro, squisito, non era mio, quindi ne ho assaggiata solo una “bacchettata”, ma direi assolutamente consigliato!

Pollo Teriyaki, 12 euro, idem come sopra.

Sushi mix, purtroppo ho dimenticato di annotare il prezzo, ma direi intorno ai 18 euro se non ricordo male, molto buono, ma scarsino…abbiamo una foto che lo documenta, notare la spessa buccia dei cetrioli ^_^ :

Sushi mix-Foto by Ema

Sushi mix-Foto by Ema

 Altra situazione incresciosa: la cameriera ci porta i nostri sushi mix mentre stiamo finendo i piatti caldi. La proprietaria(?) la richiama poco dopo: “Amore, i signori non hanno ancora finito, porta pure via il sushi!” Io ribatto: “ma non importa, abbiamo praticamente terminato” E lei: “No, non preoccupatevi, il cuoco ve ne sta preparando dell’altro fresco, amore, vai a portarlo di là…”E va via con il suo vestito svolazzante…

Morale della favola, probabilmente la cameriera ci aveva portato il sushi di un altro tavolo, ma riportare via un piatto già posato da alcuni minuti mi sembra veramente da cafoni…

Per non dover accendere un mutuo abbiamo evitato il dolce…

Da buona astemia non saprei dirvi come fossero i vini, ma ho notato che avevano un’ampia lista…

Conclusioni: buono, ma non ci ritornerei.

Read Full Post »

Immaginatevi la scena: vi state tranquillamente avviando verso la stazione di Shinjuku, un po’ tristi perchè sapete che non potrete godervi il quartiere della perdizione nella sua versione notturna a causa della lontananza del vostro albergo dal suddetto quartiere…sapete com’è…non è il caso di perdere l’ultimo treno! Senza contare che state morendo di fame…e…sorpresa! Vi ritrovate davanti questo:

Pubblicità ramen

Pubblicità soba

Un enorme, fumante, incredibile confezione di soba liofilizzato! Per farvi un’idea della grandezza guardate nell’angolo in basso a sinistra: ci sono due persone chinate a raccogliere dei sacchetti…anche se non si distingue molto chiaramente. Quelle cose gialle che salgono sono spaghetti di soba (finti ovviamente) retti da un paio di bacchette, con una scala vicino. Dietro c’era la pubblicità del nuovo prodotto che girava di continuo su un megaschemo, dove si vedeva questa enorme confezione con un tizio che saliva sulla scala e li mangiava…o quelcosa del genere, non ricordo bene…

Io e Laura abbiamo realizzato che fosse una trovata pubblicitaria e abbiamo deciso di vedere come sarebbe andata a finire…ebbene, dopo pochi minuti, in mezzo a un tripudio di musica ed educazione (tutti in fila e nessuno che spingeva), ci hanno consegnato una confezione gratuita di questo nuovo tipo di soba con tempura (tempura liofilizzato…blah…ma nell’insieme non era male). Che dire…bella questa pubblicità della Nissan food!

Peccato che pochi giorni dopo (il 24 ottobre) su tutti i telegiornali giapponesi si parlava dei noodle al paradichlorobenzene…più di 500 mila confezioni di nissin noodle ritirati dal commercio per possibile contaminazione da insetticida!! Per fortuna si è poi rivelato un falso allarme…non si è capito perchè, ma era contaminata solo la confezione che ha mangiato un tizio che si è sentito male…

Read Full Post »