Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Pingusto’

Finalmente ieri ho potuto provare il ristorante giapponese (anzi, “asian fusion” come si autodefiniscono) Pin gusto a Genova.

immagine presa dal sito http://www.pingusto.com

Ecco il link al sito dedicato:

http://www.pingusto.com/pingustoge/index.htm

Premetto che ho provato la soluzione pranzo a 8 euro -mangiafinchènonesplodi- con bibite a parte e che il costo finale è stato di 11,63 euro, meno di qualsiasi pasto in un qualsiasi ristorante cinese, quindi il rapporto qualità prezzo è assolutamente ottimo.

Praticamente c’è un kaitenzushi, ovvero un nastro dove scorrono vari piattini con sushi e sashimi da dove attingere a volontà e un buffet con varie pietanze, anche qui self service.

Alla sera il prezzo cambia, si pagano 18 euro però si può assaggiare anche il cibo alla piastra. Non posso commentare questa soluzione però perchè non l’ho ancora testata.

Ma analizziamo la qualità del sushi: beh…il riso non era assolutamente giapponese, e il pesce non era tagliato secondo la tecnica originale, però sicuramente era abbastanza fresco (anche se suppongo congelato all’origine).

Il buffet era composto da cibo cinese e italiano (c’erano delle lasagne alla bolognese) o_O direi buono, nella media, di giapponese ho trovato solo degli udon.

Come dessert si poteva prendere gelato, macedonia e banane fritte, a volontà. Non so se il menù sia sempre lo stesso o se cambino di volta in volta.

Il locale era pulito e ordinato, anche il bagno l’ho trovato in condizioni decenti, considerando tutta la gente che c’era.

Direi che la prenotazione è d’obbligo vista l’affluenza, considerate che in caso di tavolate consistenti verrete sistemati al piano superiore, quindi lontani dal nastro. Vi porteranno comunque una “barca” di sushi e sashimi da poter sostituire con un’altra non appena la prima sarà finita.

Un consiglio ai camerieri: sorridete un po’ di più! So benissimo cosa vuol dire lavorare in quel settore, ma il cliente viene prima di tutto…se lo servite con quel muso lungo non lo invogliate certo a consumare! (considerando che essendo tutto a prezzo fisso sono le bibite e gli “optional” come sakè e caffè che fanno salire il conto).

Morale: assolutamente consigliato se si vuol spendere poco e mangiare tanto, sconsigliato invece a chi vuole provare la vera cucina giapponese.

Read Full Post »

Oops, I did it again!

Sono di nuovo andata al ristorante giapponese….che qualcuno mi fermi, o andrò in rovinaaaa!

Approfitterò di questa mia debolezza per decantarvi le meraviglie del sushi dessert, che finalmente ho potuto provare!

A proposito…con la pubblicità gratuita che sto facendo al ristorante Pingusto minimo mi meriterei una fornitura a vita di questa delizia!

Ad ogni modo, superando in qualche maniera gli ostacoli della prenotazione, sabato scorso io e Luca abbiamo introdotto alla cucina giapponese un nostro amico, Daniele, che è rimasto piacevolmente colpito.

 A tal proposito un consiglio: se non avete un cognome comunissimo tipo Rossi o qualcosa del genere piuttosto inventatevene uno facile, perchè la gentilissima ragazza che prende le prenotazioni telefoniche non conosce molto bene l’italiano e potreste entrare in un tunnel di disperazione dove voi ripetete ossessivamente il vostro cognome e lei inventa parole mai sentite nell’universo nemmeno simili a ciò che state dicendo voi…e scandite bene il numero di persone per cui volete prenotare e l’ora, se non volete ritrovarvi nel peggiore tavolino del locale, ovvero quello più vicino alla porta, con il rischio di broncopolmonite per i continui sbalzi caldo-freddo…e soprattutto prenotate! Almeno durante il fine settimana…sono sempre al completo!

Ma torniamo al sushi dessert!

sushi dessert-foto by Daniele
sushi dessert-foto by Daniele

Non chiedetemi quanto sia giapponese perchè non penso abbia origini nipponiche, ma è veramente buonissimo, tanto da fare il bis! Io ho resistito (a stento), ma i miei commensali sono entrati nella dipendenza ^_^

Il nome sushi dessert è dovuto alla somiglianza nella forma e nel colore con il sushi, ma in pratica è un semifreddo alla meringata (quello rosa-violetto ai frutti di bosco), con sopra una specie di gelatina alla frutta nei seguenti gusti: giallo=limone, viola=frutti di bosco, rosa=lampone (gli altri sostenevano che fosse alla fragola), arancione=passion fruit (o mango).
Ah, se per caso ordinate un udon al pesce, non quello in brodo, non spaventatevi se vedete qualcosa che si dibatte furiosamente sopra i vostri spaghetti, sono semplici sfogliettine di pesce sottilissime che reagiscono al calore con un effetto di movimento.
Quando mi è stato portato l’udon la signora nel tavolo vicino ha iniziato a disperarsi:-Ah, sono vive, sono viveeee, noooo!- E io, piegata in due dal ridere, mentre Luca e Daniele continuavano a dire:-Uccidili, uccidili, abbi pietà di loro!- Ho dovuto spiegare che non stavo commettendo nessuna atrocità mangiandoli  😉

Read Full Post »

Pingusto il primo ristorante giapponese a Savona

Pingusto il primo ristorante giapponese a Savona

Qualcuno ricorderà il mio grido disperato di qualche post fa…quello sul tempura udon:”Voglio un ristorante giapponese a Savonaaaaa!!”.

Bene, gli Dei probabilmente mi hanno ascoltato (o forse quelche imprenditore) perché ora abbiamo un ristorante giapponese anche a Savona. Scherzi a parte, penso che il progetto fosse in piedi già da molto tempo, fatto sta che ho avuto notizia della sua esistenza solo sabato scorso perchè avendo dato buca a una partita di calcetto un mio amico si è vendicato dicendomi di essere andato al ristorante giapponese di Savona alla faccia mia (grazie Mistra!!! Questa volta non mancherò, la tua vendetta è stata troppo crudele! ).

Ovviamente appena ho trovato un attimo di tempo sono andata a provarlo per voi (solo per voi, mica avevo una voglia matta di mangiare giapponese….nooo!!).

Beh, direi assolutamente non male! Bell’ambiente, personale gentile, ottimo cibo, prezzi diciamo abbordabili (si sa che non è come al ristorante cinese però..). L’unica pecca è stato un servizio molto lento, penso che abbiano bisogno di più personale, magari non pensavano di avere questo successo, perché il locale era al completo! Ho il sospetto che molti camerieri siano cinesi, anzi, savonesi, come diceva scherzando il nostro simpatico cameriere 😉 , ma si va al ristorante per il cibo, non per vedere i giapponesi, no?

Il ristorante si chiama Pingusto, non ho assolutamente idea di che cosa voglia dire, sarà il cognome del proprietario? C’entra qualcosa la parola gusto? Mah! Chi può dirlo?

Si trova in via Chiodo, in zona darsena. Per informazioni più precise potete consultare il loro sito: www.pingusto.com

Ma passiamo alla parte interessante: ho provato ovviamente l’udon in brodo (6,50 euro) e il sushi misto con 12 meravigliosi pezzi (14 euro), ho accompagnato il tutto con il tè verde giapponese (3 euro) e purtroppo non ho avuto occasione di assaggiare il sushi dessert (4 euro) perchè era finito…Il tutto ottimo! Insieme a me c’erano Luca (il mio ragazzo), Miha (la mia amica giapponese) e Paolo (il suo ragazzo) e tutti sono stati concordi con me sulla qualità del cibo.

Morale della favola: consigliato!! Ma speriamo che velocizzino un po’ il servizio! Miha continuava a dire che in Giappone i clienti se ne sarebbero già andati dopo aver aspettato così tanto…si sa, in Giappone il tempo è un bene prezioso! Qua siamo in Italia….se si aspetta in media mezz’ora per un treno in ritardo…cosa sarà mai aspettare al ristorante? 😉 .

Vi lascio con questa splendida immagine (presa dal loro sito come la prima)

Che bontà divina!!!

Che bontà divina!!!

Read Full Post »