Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Shinkansen’

Dopo aver dormito pochissimo come al solito perché  ho passato la nottata dai pc a fare discorsi su progetti di vita futura con il nostro amico italiano Emiliano (ma quante possibilità ci sono di incontrare in un ostello a Tokyo una persona italiana che si conosceva già?),  ci siamo tranquillamente preparati al check out. Troppo tranquillamente in effetti, perché alla fine abbiamo dovuto affrontare una corsa contro il tempo con valige a carico per prendere lo shinkansen Hikari delle 12.33 (che ovviamente è partito spaccando il secondo), per Shin Osaka.

Siamo miracolosamente riusciti a salire e, ormai tranquilli, abbiamo consumato il nostro bento a base di sushi.

il mio sushi-bento

Sayonara, Tokyo!!

Purtroppo abbiamo commesso un grosso errore: appena arrivati a Shin Osaka siamo saliti su un treno della JR per Osaka e usciti dalla stazione abbiamo iniziato a cercare l’albergo seguendo la cartina che avevo disegnato io…in teoria sarebbe dovuto essere vicinissimo alla stazione..Non trovandolo, dopo un po’ decido di chiedere all’ufficio informazioni, dove mi danno un pieghevole con un elenco di vari alberghi, tra i quali il Mikado, dove avevo prenotato, e mi indicano sulla cartina un punto preciso dicendo :<è qui!>.

C’era comunque qualcosa che non mi convinceva nella cartina, più che altro nella forma che disegnavano le strade..capisco su quella disegnata da me, ma su quella stampata! Comunque abbiamo continuato a girare per più di un’ora…morale della favola…eravamo nei pressi della stazione sbagliata! Ovvero, eravamo usciti da quella di Osaka, ma il nostro albergo era sì a Osaka, intesa come città, ma nel quartiere di Shin Imamiya! Non avevo considerato che Osaka era la seconda città più grande del Giappone!!! Mea culpa!!!

Vi chiederete come mai non ce ne siamo accorti subito…ci traeva in inganno il parco giochi sulla sinistra, presente sia a Shin Imamiya che a Osaka station…

Purtroppo in questo modo abbiamo perso un sacco di tempo e tra una cosa e l’altra è saltata la visita al castello di Osaka…sigh…

Appena arrivati alla stazione giusta è stato molto facile trovare l’albergo, che consiglio vivamente a tutti, perchè economico, accetta carte di credito senza sovrapprezzo (cosa che non fanno tutti , fate attenzione), pulito, con camere spaziose e con una bella vista,  munito di ogni confort (ciabatte, asciugamani, spazzolino e dentifricio usa e getta, yukata, televisione in camera, phon nel bagno, internet gratis nella hall…). Il wc era in comune, ma c’era anche un sento, ovvero un bagno pubblico, all’interno dell’albergo…Uniche due pecche: un po’ di puzza di fumo nei corridoi (anche il portinaio fumava) e un orario un’po’ scomodo per l’accesso al sento da parte delle done: dalle 6.30 alle 8.00 di mattina e dalle 21.30 alle 0.00 di sera..per gli uomini invece dalle 8.05 alle 10.00 di mattina e dalle 16.00 alle 21.30 di sera.

Ecco il link dell’albergo, per chi fosse interessato:

http://www.chuogroup.jp/mikado/index_.html

Dopo esserci sistemati iniziamo a studiare dove trascorrere la serata.

Continua…

Annunci

Read Full Post »

Japan rail pass

Japan rail pass

Come molti sapranno il Giappone è famoso per l’efficienza e la pulizia dei mezzi pubblici, treni in primis, basta nominare lo Shinkansen.

Senza contare che il controllore, che chiamo così perché controlla (non se hai il biglietto, senza non avresti potuto accedere al binario, ma che tutto vada bene), ogni volta che entra o esce da un vagone, saluta i passeggeri inchinandosi… e se vede una cartaccia o anche solo un pelucco lo raccoglie con i suoi bei guanti bianchi!

Stessa cosa la ragazza con il carrello delle vivande!

L’unica pecca è il costo…la qualità se la fanno pagare bene!

Una soluzione valida per noi stranieri è utilizzare il Japan Rail Pass, ovvero un pass, come dice il nome stesso, per poter utilizzare liberamente i treni della linea JR . Si può scegliere il pass da 7 , 14 o 21 giorni per tutto il Giappone o per zone specifiche, con durata diversa (3, 5, 10 giorni…consecutivi o con sistema “flessibile entro un mese”)

Anche questo ovviamente ha un costo abbastanza elevato, però è molto pratico (per accedere ai treni basta mostrarlo all’addetto allo sportello vicino ai tornelli di ingresso e di uscita) e se sfruttato bene risulta conveniente.

Nel mio caso ho richiesto il pass da 7 giorni per tutto il Giappone, visto che dovevo andare da Kyoto a Tokyo. Mi è costato circa 200 euro (tantissimo, direte voi), ma considerato che solo lo Shinkansen mi sarebbe costato circa 120 euro è stato un affare! Senza considerare che ho percorso 476.3 km in 2 ore e 45 minuti…e poi l’ho utilizzato per una bellissima gita a Nara e per girare Tokyo in lungo e in largo con la linea Yamanote.

La procedura per ottenerlo è la seguente:

dal proprio paese d’origine, nel nostro caso l’Italia, si contatta un’agenzia abilitata alla vendita del Japan Rail Pass. Io l’ho richiesto tramite la Jalpak (www.jalpak.it), sono stati gentilissimi ed efficienti(per prenotazioni booking-it@jalpak.it)  Consiglio di prenotarlo almeno 3 settimane prima per precauzione, anche se in una settimana dalla richiesta la questione era già risolta. Il pagamento di solito avviene tramite bonifico e inviando la scansione del pagamento si velocizza di molto la pratica. Dopo qualche giorno si riceverà casa il vaucher che andrà cambiato negli appositi uffici in Giappone.

Read Full Post »