Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘treno’

Pasmo card
Pasmo card

La Pasmo card è una tessera ricaricabile che permette di viaggiare su treni e linee metropolitane nella zona di Tokyo. Non ci sono vantaggi economici nel suo utilizzo, ma è molto pratica perché vi fa risparmiare tempo e fa molto “cool”. Perché direte voi…diciamo che fa sembrare molto integrati nel sistema giapponese…immaginatevi in questa enorme metropoli che è Tokyo…Fatto? (come direbbe Fiorello mentre imita un famoso conduttore di programmi televisivi per bambini) Preferite impazzire dietro a micro bigliettini e spiccioletti di questa moneta sconosciuta che è lo Yen o passare fieramente la vostra pasmo su un lettore e proseguire a passo spedito oltre i tornelli? Beh…io e le mie amiche abbiamo preferito la seconda soluzione. Ovviamente, con la fortuna che mi contraddistingue la mia si è smagnetizzata 3 volte e vi assicuro che non è bello quando cerchi di passare e il lettore ti spara una luce rossa e suona minaccioso come a dire -Dove vuoi andare tu?- In questi casi bisogna andare dall’addetto vicino ai tornelli e spiegare nel vostro comprensibilissimo giapponese (cerrrto) che c’è qualcosa che non va…lui, gentilissimo, rimetterà tutto a posto. La stessa cosa succederà se davanti al tornello iniziereta a imprecare a voce alta – Ma cosa c…o c’è che non va? Non è possibile, è la terza volta che succede!!- Questo però lo sconsiglio, vi smaschererà subito come italiani in vacanza e l’aria cool della tessera svanirà subito. (ma quando ce vo’…ce vo’!). Se vi si smagnetizza frequentemente controllate il vostro portafogli…se ha il muso incarognito di P-chan e una calamita come chiusura probabilmente il colpevole è lui…se la togliete dal portafogli, la tenete nel passaporto e continua a smagnetizzarsi, forse il chip del passaporto è il colpevole…o forse siete sfigati come me…

Esperienza di vita vissuta a parte: per avere la card basta andare in uno sportello automatico con dicitura pasmo, che si trova in tutte le stazioni metropolitane di Tokyo e inserire 1.000 o più yen. ( più o meno 8 euro…due settimane fa 7 euro…finirà di salire questo yen?!? O di scendere il valore dell’euro…chi può dirlo?) 500 andranno per il deposito, il resto sarà utilizzabile. Quando l’importo finirà basterà reinserire la tessera e ricaricarla con altro denaro sonante. Con questa tessera potrete anche acquistare cibo o altro nei negozi abilitati. Passando per i tornelli all’ingresso verrà memorizzata la vostra stazione di entrata, in uscita vi verrà defalcata la cifra della tratta percorsa.
Semplice no?
C’è anche un modo per farsi restituire il credito residuo della card e il deposito, basta chiedere all’addetto allo sportello…ma io l’ho scoperto troppo tardi….

Read Full Post »

Japan rail pass

Japan rail pass

Come molti sapranno il Giappone è famoso per l’efficienza e la pulizia dei mezzi pubblici, treni in primis, basta nominare lo Shinkansen.

Senza contare che il controllore, che chiamo così perché controlla (non se hai il biglietto, senza non avresti potuto accedere al binario, ma che tutto vada bene), ogni volta che entra o esce da un vagone, saluta i passeggeri inchinandosi… e se vede una cartaccia o anche solo un pelucco lo raccoglie con i suoi bei guanti bianchi!

Stessa cosa la ragazza con il carrello delle vivande!

L’unica pecca è il costo…la qualità se la fanno pagare bene!

Una soluzione valida per noi stranieri è utilizzare il Japan Rail Pass, ovvero un pass, come dice il nome stesso, per poter utilizzare liberamente i treni della linea JR . Si può scegliere il pass da 7 , 14 o 21 giorni per tutto il Giappone o per zone specifiche, con durata diversa (3, 5, 10 giorni…consecutivi o con sistema “flessibile entro un mese”)

Anche questo ovviamente ha un costo abbastanza elevato, però è molto pratico (per accedere ai treni basta mostrarlo all’addetto allo sportello vicino ai tornelli di ingresso e di uscita) e se sfruttato bene risulta conveniente.

Nel mio caso ho richiesto il pass da 7 giorni per tutto il Giappone, visto che dovevo andare da Kyoto a Tokyo. Mi è costato circa 200 euro (tantissimo, direte voi), ma considerato che solo lo Shinkansen mi sarebbe costato circa 120 euro è stato un affare! Senza considerare che ho percorso 476.3 km in 2 ore e 45 minuti…e poi l’ho utilizzato per una bellissima gita a Nara e per girare Tokyo in lungo e in largo con la linea Yamanote.

La procedura per ottenerlo è la seguente:

dal proprio paese d’origine, nel nostro caso l’Italia, si contatta un’agenzia abilitata alla vendita del Japan Rail Pass. Io l’ho richiesto tramite la Jalpak (www.jalpak.it), sono stati gentilissimi ed efficienti(per prenotazioni booking-it@jalpak.it)  Consiglio di prenotarlo almeno 3 settimane prima per precauzione, anche se in una settimana dalla richiesta la questione era già risolta. Il pagamento di solito avviene tramite bonifico e inviando la scansione del pagamento si velocizza di molto la pratica. Dopo qualche giorno si riceverà casa il vaucher che andrà cambiato negli appositi uffici in Giappone.

Read Full Post »