Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Osaka’

Osaka è veramente stupenda, per quel poco che ho potuto vedere.

Scesi alla stazione di Nanba, abbiamo potuto assistere alle performance degli street-dancer! A qualsiasi ora potete trovare ragazzi e ragazze di qualsiasi livello, dai principianti assoluti ai geni dell’hip hop, che si allenano davanti agli specchi della piazza della stazione.  Se fossi stata da sola e meno stanca sarei stata tentata di unirmi a loro! ^^

Ci siamo subito diretti verso il quartiere del divertimento di Osaka, Dotombori, vicino al fiume omonimo. Subito per modo di dire, visto che siamo andati nella direzione opposta…fortunatamente le vie principali sono così luminose e chiassose che ci siamo subito accorti che stavamo prendendo la direzione sbagliata e siamo tornati indietro.

fiume Dotombori

Non riesco a togliermi dalla testa che Osaka sia la Napoli del Giappone. Sarà per il forte accento del dialetto del Kansai..sarà perchè la gente è molto più aperta rispetto al comportamento di un giapponese medio…saranno le insegne un po’ “tamarre”, sarà il chiasso che fanno i “buttadentro” che cercano di attirare clienti…non so..è una sensazione…

insegna

C’è un detto giapponese che dice: “A Kyoto ci si può rovinare per un kimono, a Osaka per una cena” (Osaka no kuidaore, Kyoto no kidaore). Beh..noi ci siamo accontentati di un ottimo Okonomiyaki e non siamo andati in rovina…la cosa carina è stata che non appena abbiamo detto “quasi quasi mangerei un okonomiyaki” è comparsa una ragazza che ci ha messo in mano due volantini che davano diritto a una bibita gratis e ci ha praticamente trascinati dentro il locale dove lavorava, un okonomiyakiya, appunto! La differenza sostanziale rispetto a quelli mangiati a Tokyo è che qua ce li hanno portati già cucinati. Ottimi, così buoni che mi sono dimenticata di fotografarli prima di iniziare a mangiare:

Okonomiyaki

E’ stata proprio una splendida serata, peccato che non ci sia stato più tempo per goderci la movimentatissima Osaka!

Sarà per la prossima volta…

Annunci

Read Full Post »

Dopo aver dormito pochissimo come al solito perché  ho passato la nottata dai pc a fare discorsi su progetti di vita futura con il nostro amico italiano Emiliano (ma quante possibilità ci sono di incontrare in un ostello a Tokyo una persona italiana che si conosceva già?),  ci siamo tranquillamente preparati al check out. Troppo tranquillamente in effetti, perché alla fine abbiamo dovuto affrontare una corsa contro il tempo con valige a carico per prendere lo shinkansen Hikari delle 12.33 (che ovviamente è partito spaccando il secondo), per Shin Osaka.

Siamo miracolosamente riusciti a salire e, ormai tranquilli, abbiamo consumato il nostro bento a base di sushi.

il mio sushi-bento

Sayonara, Tokyo!!

Purtroppo abbiamo commesso un grosso errore: appena arrivati a Shin Osaka siamo saliti su un treno della JR per Osaka e usciti dalla stazione abbiamo iniziato a cercare l’albergo seguendo la cartina che avevo disegnato io…in teoria sarebbe dovuto essere vicinissimo alla stazione..Non trovandolo, dopo un po’ decido di chiedere all’ufficio informazioni, dove mi danno un pieghevole con un elenco di vari alberghi, tra i quali il Mikado, dove avevo prenotato, e mi indicano sulla cartina un punto preciso dicendo :<è qui!>.

C’era comunque qualcosa che non mi convinceva nella cartina, più che altro nella forma che disegnavano le strade..capisco su quella disegnata da me, ma su quella stampata! Comunque abbiamo continuato a girare per più di un’ora…morale della favola…eravamo nei pressi della stazione sbagliata! Ovvero, eravamo usciti da quella di Osaka, ma il nostro albergo era sì a Osaka, intesa come città, ma nel quartiere di Shin Imamiya! Non avevo considerato che Osaka era la seconda città più grande del Giappone!!! Mea culpa!!!

Vi chiederete come mai non ce ne siamo accorti subito…ci traeva in inganno il parco giochi sulla sinistra, presente sia a Shin Imamiya che a Osaka station…

Purtroppo in questo modo abbiamo perso un sacco di tempo e tra una cosa e l’altra è saltata la visita al castello di Osaka…sigh…

Appena arrivati alla stazione giusta è stato molto facile trovare l’albergo, che consiglio vivamente a tutti, perchè economico, accetta carte di credito senza sovrapprezzo (cosa che non fanno tutti , fate attenzione), pulito, con camere spaziose e con una bella vista,  munito di ogni confort (ciabatte, asciugamani, spazzolino e dentifricio usa e getta, yukata, televisione in camera, phon nel bagno, internet gratis nella hall…). Il wc era in comune, ma c’era anche un sento, ovvero un bagno pubblico, all’interno dell’albergo…Uniche due pecche: un po’ di puzza di fumo nei corridoi (anche il portinaio fumava) e un orario un’po’ scomodo per l’accesso al sento da parte delle done: dalle 6.30 alle 8.00 di mattina e dalle 21.30 alle 0.00 di sera..per gli uomini invece dalle 8.05 alle 10.00 di mattina e dalle 16.00 alle 21.30 di sera.

Ecco il link dell’albergo, per chi fosse interessato:

http://www.chuogroup.jp/mikado/index_.html

Dopo esserci sistemati iniziamo a studiare dove trascorrere la serata.

Continua…

Read Full Post »

Mi scuso con tutti i lettori, ma in questi ultimi 3 giorni non ho avuto molte occasioni per accedere a internet e quindi non sono riuscita ad aggiornare il diario di viaggio…Domani partiro’ per Osaka e non so se ci saranno computer disponibili in albergo…ma non preoccupatevi, al mio ritorno avrete valanghe di articoli corredati di foto! ^^

Read Full Post »